VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEGLI AUTOCTONI “MINORI”: IL TAZZELENGHE.

IL TAZZELENGHE: IL TAGLIO DELLA LINGUA COME PROVA DI IDENTITA’? In questi mesi, scrivendo articoli sui nostri autoctoni “minori”, mi sono spesso imbattuto in situazioni analoghe a questa che vi racconto oggi: salvataggi in extremis, pochissimi ettari dedicati, uno sparuto ma determinato gruppetto di produttori ostinati a cui dedicare, non dico uno stadio, ma almeno…

La Personal Chef Francesca Gambacorta, ovvero: L’arte di andare in scena nel variegato mondo della Cucina di Livello.

Romana di Roma ma con origini nella mediterranea Sicilia che in tema di mangiare e bere bene, non trova davvero eguali nel mondo. Piacevolmemente aggrappata alle tradizioni gastronomiche nostrane, ammette che da ragazza quando “bigiava” la scuola restava a casa a cucinare. Alle superiori era sempre lei che, nelle serate in comitiva, si dilettava a…

Viaggio alla scoperta degli autoctoni “minori”: nasco…in Sardegna!

Cinque lettere, che a leggerle così potrebbero suonare come un imperativo in “prima persona”, una coniugazione iussiva che vuole sancire la chiara e ferrea volontà di venire al mondo. Un destino, un karma per questo vitigno sull’orlo dell’oblio (e dell’estinzione) che con pazienza e tenacia (tipica della natura e delle persone di questa meravigliosa isola)…

Viaggio alla scoperta degli autoctoni “minori”: Il Carricante e sua madre l’Etna.

Il suo nome deriva dall’espressione dialettale siciliana “u carricanti”, che sottolinea l’abbondante produzione di questo vitigno, capace di riempire i carri d’uva e che fu scelto e selezionato centinaia di anni fa dai contadini, proprio per le sue caratteristiche resilienti e produttive che garantivano un ottimo risultato. Il suo areale di elezione è costituito dai…

Viaggio alla scoperta degli autoctoni minori: Il Minutolo

Quando Alessandro Rossi mi ha proposto il nome di questa rubrica, mi è piaciuto molto perché rendeva perfettamente l’idea che avevo in testa: dare il nostro contributo alla valorizzazione di questo esercito silenzioso, gli autoctoni “minori” figli legittimi della nostra Italia. Abbiamo giocato con l’aggettivo “minori” perché questi vitigni sono meno conosciuti e poco diffusi…

Viaggio alla scoperta degli autoctoni “minori”: Il Nero Buono di Cori

“Figli di un vitigno minore” fa tappa oggi nel Lazio e precisamente a Cori, 45 km a sud di Roma a ridosso delle pendici dei Monti Lepini, nella provincia di Latina. Nero Buono, infatti,  vuol dire Cori da sempre! Questo autoctono laziale dalle origini sconosciute, a torto considerato un vitigno “minore” e quindi spesso dimenticato, è…