Borgogna: pillole e non …

La zona vinicola della Borgogna si estende su una lunga e stretta lingua di terra che si affaccia sul fiume Soana, ovvero da Lione a Digione. In Borgogna troviamo 5 sottozone vitivinicole, ognuna di straordinaria importanza nel mondo enologico e sono le seguenti: Chablis, Côte D’Or, Côte Challonaise, Maconnais, Beaujolais. La zona dello Chablis situata…

Il Fiano e la voce dei suoi grandi interpreti: Villa Diamante

Veniva chiamato “Vitis Apiana” per via della passione smodata che le api provavano per questo vitigno. Ai giorni nostri, lo conosciamo come Fiano, vitigno a bacca bianca capace di esprimersi con grande profondità. Il terreno d’elezione del Fiano è l’Irpinia, ovvero l’entroterra campano in provincia di Avellino. Nella DOCG Fiano di Avellino, come accade in…

Lieviti selezionati & stile sauvage: LO SAI CHE …?

LIEVITI SELEZIONATI: LO SAI CHE …? La selezione dei lieviti protegge dal rischio di incappare in ospiti indesiderati a seguito di una fermentazione spontanea, compreso acido acetico, odori sulfurei, Brettanomyces, responsabile dell’aroma di sudore equino. L’utilizzo del lievito selezionato è altamente indicato per produrre vino di qualità e non creare un effetto sorpresa nel consumatore…

Vintage Porto

Quando ci si trova a dover scegliere una bottiglia di porto molto spesso, anche per chi ha più dimestichezza nel settore, si fa fatica a capire a scatola chiusa quale possa essere quella più adatta alle proprie esigenze, soprattuto se si cerca un prodotto di alta qualità. Il Porto, come sappiamo, è un vino liquoroso…

Viaggio alla scoperta degli autoctoni “minori”: Il Casavecchia, un’origine antica per un vino davvero moderno!

Questo breve viaggio alla scoperta degli autoctoni “minori” della nostra penisola inizia dalla provincia di Caserta. Siamo in Terra di Lavoro, da sempre considerata una zona ad altissima vocazione viticola specie per vitigni come l’Aglianico ed il Piedirosso. Da una ventina di anni però, in un gruppetto di comuni situati a nord di Caserta, non…