Si innamora del vino quando aveva 17 anni perché sapeva di legno. Diventa sommelier professionista in tre anni e inizia a viaggiare per capirci di più. Apre due enoteche “Il Battello Ebbro”, una a Bertinoro e una a Forlì. Ora è padre di Leonardo e amante della musica “ma quella vera”, ricava molta soddisfazione dal vivere in Hotel dove si sente a casa. Viaggiatore instancabile, adora il cinema e le biografie perché “c’è da apprendere da tutti, sopratutto dagli errori”. Spigoloso quanto basta e dal carattere non facile, crede in un processo di comunicazione differente per il mondo del vino e studia proprio per questo. Wine Manager e comunicatore, intenditore di vino, amante della cucina e bon vivant. Vanta numerose pubblicazioni, collaborazioni e libri all’interno del mondo del vino e del cibo. Collaboratore della Madia Travelfood, uno responsabili del progetto vino Partesa oltre che ideatore del premio “Dire, fare, sognare” e del format audio “Deep Red Stories”.

Raffaele Rifilato

1) Buongiorno Raffaele, innanzitutto ho l’obbligo di presentarti. Raccontaci qualcosa di te, le tue origini. Sono nato a New York il 23 settembre 1976, da genitori italiani che migrarono negli Stati Uniti all’inizio degli anni ‘70 in cerca di gloria come tante altre famiglie. La mia permanenza nella Grande Mela comunque dura appena due anni…

Ho voglia di: Trippa

I 15 indirizzi dove mangiare la migliore trippa secondo Alessandro Rossi   • Trippa: Trattoria Milano – Via Giorgio Vasari, 1 (angolo Via L. Muratori) – 20135 Milano – (327/6687908) – trippamilano.it Descrizione: Trippa è oramai un luogo di culto a Milano, una fucina dell’arte del quinto quarto. Oltre alla mitica trippa (la cuffia) fritta…

Francesco Cioria

1) Ciao Francesco, partiamo dall’inizio: perché hai deciso di intraprendere la carriera di sommelier? Vocazione o ci sei inciampato come spesso accade in questo mestiere? Ciao Alessandro, giusto, partiamo dall’inizio: scelsi la scuola alberghiera contro la volontà di tutti – amici e parenti – per intraprendere la carriera di cuoco. Non esistevano all’epoca tutti i…

Montalcino vendemmia 2013

“A Montalcino non esistono annate, ma vendemmie”: così ha esordito Enrico Viglierchio – Direttore  Generale di Castello Banfi – ad una cena durante il lungo week-end di anteprime 2013. Ora, nel vino esistono tre cose: la vigna, la vendemmia e l’opera dell’uomo. Considerando che sull’andamento metereologico di una vendemmia non possiamo intervenire, credo che questa…